CARLO    CASANOVA 
 


Di famiglia Lodigiana, nacque a Crema il 21 giugno 1871.
Rimasto orfano di entrambi i genitori, fu messo nel Collegio dei Barnabiti "Carlo Alberto" di Moncalieri, dove rimase fino al conseguimento della licenza liceale, dimostrando, sin da bambino, predisposizione al disegno.
Uscito dal collegio, si iscrisse alla facoltÓ di ingegneria presso l'UniversitÓ di Pavia, laureandosi per˛ a quella di Padova.
L'amore per l'arte gli fece abbandonare la professione di ingegnere, trasferendosi a Milano dove studi˛ con l'amico  pittore Stefano Bersani.
Autodidatta, si dedic˛ all'incisione di acqueforti sia di soggetto paesaggistico (panorami di Quarna Sotto), sia architettonico (vecchia Milano, Venezia e Roma).
Ben 650 furono le lastre di zinco o di rame da lui incise, ne troviamo degli esemplari nella Pinacoteca Ambrosiana e nella Galleria d'Arte Moderna di Milano, alla Galleria degli Uffizi di Firenze, alle Gallerie d'Arte di Roma, Torino, Londra, Barcellona, Lima, Bruxelles, al museo imperiale di Tokio ed al museo Civico di Lodi. Come acquafortista e pittore di paesaggi espose a quasi tutte le Biennali di Brera e di Venezia, ma anche a quelle di Roma, Buenos Ayres, Barcellona, Atene e Monaco.
Lavor˛ a Milano dove aveva il suo studio in Corso Monforte al n. 41. Nel 1942 fiss˛ la sua dimora definitiva a Quarna Sotto (Novara) dove morý l'11 maggio 1950.
La prima MOSTRA CREMASCA dell'artista Carlo Casanova, promossa dal Prof. Elia Ruggeri e calorosamente allestita dal  Comitato Settembre Offanenghese, avviene nell'anno 2002, ad Offanengo (CR), nell'ambito delle manifestazioni del "Settembre Offanenghese" presso l'oratorio di San Rocco.

O P E R E

 

Baite a Quarna

Il bucato

Betulle

A Balme - 1897

Il Lago d'Orta