CARLO   FAYER  
 

 

Nasce a Ripalta Cremasca nel 1924, ha compiuto gli studi presso l’Accademia Carrara di Bergamo. Nel 1943 la sua prima personale a Crema, inizia la sua vera e propria attività espositiva nell’immediato dopoguerra. Il 4 agosto 1947 gli viene assegnato il premio Lovere al concorso nazionale Iseo. Nel suo primo concorsoa Crema nel 1948 indetto dall’Ass. Artisti e Amatori gli viene assegnato il 2° premio. Nel Gennaio del 1949 espone per la prima volta in una personale a Milano, la mostra viene recensita dal Corriere della Sera.
Praticamente l’artista Fayer è presente nel settore espositivo dal 1943 con mostre personali in Italia e all’estero. Negli anni ‘70 ha fatto parte del gruppo che faceva capo alla Galleria Cenobio Visualità di Milano col quale ha partecipato a varie manifestazioni in Europa ed in Italia. Nel 1990 la Commissione Culturale Euratom delle Comunità Europee gli ha dedicato un’antologia nel chiostro romanico di Voltorre.
Ha svolto attività didattica in alcuni Istituti dell’Illinois del quale è cittadino onorario.
Una sua vetrata raffigurante le “Nozze di Canaa” è stata realizzata per la cappella della Pontificia Università Lateranense. Insignito di onorificenza dal Principe di Svezia A. F. Calabria per il conio di una medaglia commemorativa dell’anno Federiciano. Ha realizzato numerose opere pubbliche ad affresco – ceramica e vetrata. Giornalista pubblicista e scrittore ha collaborato a diverse testate e alla realizzazione di documenti per la televisione tedesca Sud West Funk.
Diverse sue opere le ritroviamo nei musei di: Crema, Pizzighettone, Ferrara (Galleria d’arte moderna), Coll. San Eloy Salamanca, S. Colombano.
Altre sue opere le ritroviamo a: Madrid, Finale Ligure, Crema, Cremona, Casalbuttano, Ricengo, Ripalta Cremasca, Montodine, Pizzighettone, Moscazzano, Offanengo presso la Colleggiata S. Maria Purificata.

O P E R E

 

Uomo che esce dal muro 1987 - 20x28

Adamo 1988 - 90x120

Eva 1988 - 90x120

Muro 1987 - 35x60

Cantiere sul Garda

......

......

......